2 giugno: il CME Abruzzo celebra il 73° anniversario della Repubblica

È stato celebrato a L’Aquila il 73° anniversario della Repubblica con una cerimonia presso il Monumento ai Caduti, situato all’interno della Villa Comunale, dove era schierata una compagnia in armi costituita da personale dell’Esercito (9° Reggimento Alpini L’Aquila), dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato, della Polizia Penitenziaria e dei Vigili del Fuoco.

Ne dà notizia con un comunicato stampa odierno il Comando Militare dell’Esercito (CME) Abruzzo.

Erano presenti, inoltre, i gonfaloni della Regione Abruzzo, della Provincia dell’Aquila e del Capoluogo, nonché i labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma che hanno contribuito a conferire solennità alla cerimonia.

Presenti le più alte cariche civili, militari e religiose della Regione, tra le quali il Prefetto di L’Aquila, Dott. Giuseppe Linardi, il Sindaco di L’Aquila, Dott. Pierluigi Biondi, e il Comandante del Presidio Militare Regionale, Generale di Brigata Giuseppe Di Giovanni.

La cerimonia, che ha avuto inizio con l’alzabandiera, è proseguita con la resa degli onori ai Caduti mediante deposizione di una corona d’alloro e con la lettura dei messaggi augurali del Presidente della Repubblica e del Ministro della Difesa da parte rispettivamente del Prefetto Linardi e del Generale Di Giovanni.

“A concludere la cerimonia – rende noto il comunicato stampa – la consegna, da parte del Prefetto, di cinque medaglie d’onore della Repubblica Italiana conferite a cittadini italiani che furono deportati e internati nei lager nazisti nonché il conferimento delle Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana”.

Fonte e foto: CME Abruzzo