Mar 3, 2010
76 Views
0 0

Unifil, Libano: il battaglione genio italiano riunisce in un workshop internazionale 27 specialisti IEDD

Written by

Abu Bakar, Bonnet e RahalPiù dell’aspetto tecnico operativo conta l’aggiornamento costante. E il confronto offerto ai colleghi stranieri dagli esperti italiani in IED (ordigni esplosivi improvvisati) a Shama ieri 2 marzo si è rivelato un’interessante occasione di scambio di esperienze dove mettere in sistema le proprie capacità.

Bonificare aree minate o neutralizzare ordigni esplosivi improvvisati è una sfida attuale. Il battaglione genio italiano, su base 6° reggimento genio pionieri di Roma, ha organizzato ieri un workshop nella base militare di Shama nel Libano del sud, dove il contingente italiano su base brigata aeromobile Friuli è impegnato nella missione Unifil. Ai lavori hanno partecipato 27 specialisti del settore IED – o, meglio, IEDD (Improvised Explosive Device Disposal) – di diverse nazionalità, provenienti da Belgio, Francia, Libano, Portogallo, Sierra Leone.

Marc Bonnet (in foto), programme manager in Libano di UNMACC (United Nations Mine Action Coordination Centre), agenzia dell’Onu incaricata dello sminamento, ha manifestato apprezzamento per l’iniziativa nel corso della sua visita nella base di Shama, dove sono stati esposti in una mostra statica anche gli equipaggiamenti specifici in dotazione agli specialisti italiani IED.

Una dimostrazione dell’utilizzo del robot Wheelbarrow Mk8 per la neutralizzazione di ordigni è stata tenuta al termine dell’incontro dal team IEDD del battaglione del genio guidato dal maresciallo capo Eupremio Caccioppoli, che con il parigrado Mario Mastrilli e il primo maresciallo luogotenente Michele Olmetto ha impiegato il robot in dotazione dell’esercito per una serie di interventi dimostrativi.

Tra gli esperti presenti, anche il maggiore Abu Bakar Bah, chief combat engineer del comando Unifil, e il maggiore Charmen Rahal, responsabile regionale del Mine Action Centre delle Forze Armate libanesi (Laf).

Articolo correlato:

Unifil, Libano: sminatori italiani bonificano campo minato sulla Blue Line (22 febbraio 2010)

Fonte: Sector West Unifil

Foto: Sector West Unifil

Article Categories:
Forze Armate · Libano · Sicurezza

Comments to Unifil, Libano: il battaglione genio italiano riunisce in un workshop internazionale 27 specialisti IEDD