Giu 12, 2017
159 Views
0 0

Giornata della Marina Militare: alle FREMM Alpino e Carabiniere la Bandiera di Combattimento

Written by

La Giornata della Marina Militare, celebrata venerdì 9 giugno nel porto di Civitavecchia, ha visto la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del Ministro della Difesa, senatrice Roberta Pinotti, del Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, e Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Valter Girardelli.

“Una data profondamente sentita – spiega il comunicato stampa della Marina – che evoca la storica Battaglia di Premuda, ardita azione su mare condotta dai MAS nel corso della 1ª Guerra Mondiale. Le celebrazioni tradizionali si sono arricchite quest’anno della consegna delle Bandiere di Combattimento agli equipaggi delle Fregate Europee Multi Missione (FREMM).

A fregiarsi del drappo, che suggella l’ingresso solenne delle navi all’interno della flotta operativa, sono state le FREMM Alpino e Carabiniere, quest’ultima di ritorno dalla campagna in Sud Est Asiatico e Australia, promotrice dell’immagine del sistema-Paese Italia nel mondo, “in avanti, in anticipo, verso il Futuro Blu”.

L’attività di cooperazione costante e continuo sviluppo con le altre Forze Armate, portata avanti dalla Marina Militare contestualmente alle operazioni di sicurezza marittima e benessere della collettività, è stata testimoniata per l’occasione anche dalla partecipazione di rappresentanze dell’Arma dei Carabinieri e degli Alpini.

La Marina Militare festeggia simbolicamente la propria giornata insieme al Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera come un unico grande equipaggio composto di uomini e donne, militari e civili, uniti da dedizione, sacrificio e passione per il mare.

La Marina Militare è impegnata quotidianamente nei mari e negli oceani per lo svolgimento di operazioni nazionali e internazionali, sottolinea il comunciato.

Tra le più importanti è opportuno l’operazione Mare Sicuro, per la tutela degli interessi nazionali in Mediterraneo; le missioni europee Atalanta e Sophia, la prima per il contrasto alla pirateria marittima condotta nell’Oceano Indiano e a cui partecipa la fregata Espero, mentre per la seconda, che si svolge nel Mediterraneo centrale con lo scopo di contrastare i traffici illeciti e l’immigrazione clandestina, la Marina Militare detiene il Comando e, in ambito NATO, la partecipazione  all’operazione Sea Guardian per la sorveglianza marittima e il contrasto al terrorismo internazionale.

Le navi e gli equipaggi della Marina Militare sono anche impegnati quotidianamente in attività di diplomazia navale e formazione, è il caso delle campagne addestrative come quella in corso della nave scuola Amerigo Vespucci.

“Il tutto – spiega il comunicato – nell’ottica di svolgere un ruolo cruciale e multidimensionale in fatto di Difesa nazionale, sicurezza, politica estera, sviluppo economico del Paese e tutela del patrimonio ambientale, nell’ambito delle attività di ricerca scientifica e promozione delle eccellenze nazionali all’estero. Senza dimenticare l’importante incentivo occupazionale dell’industria di settore offerto all’Italia”.

L’evento, che è stato reso possibile grazie al Supporto del Comune di Civitavecchia e in partnership con l’Autorità di Sistema Portuale e la Direzione Marittima di Civitavecchia.

Le unità navali presenti (Garibaldi, Carabiniere, Alpino, Borsini, Palinuro, Sommergibile Romeo Romei, Nave Libra, Nave Termoli, Nave Italia, Nave Dattilo) sono state con l’occasione aperte al pubblico.

Articoli correlati:

La Giornata della Marina in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Marina Militare

Article Categories:
Forze Armate